domenica 10 febbraio 2013

CHE SCUOLA






Concorso Scuola: chi guadagna e chi perde.

 






È stato accolto il ricorso, proposto dei sindacati, che chiedeva la riammissione degli insegnanti che avevano raggiunto un punteggio da trenta a trentacinque su cinquanta punti, per l’ammissione alla seconda fase del concorso scuola.

Chiarendo e specificando, che il test proposto aveva delle domande che niente ci azzeccava con istruzione, e che in alcuni casi favoriva i docenti delle scuole secondarie di secondo grado, ripeto chi ci guadagna e chi ci perde.

A prima vista uno pensa, che ci guadagnino tutti gli insegnanti, di ogni ordine e grado, che hanno presentato ricorso, puntando sul fatto che quasi certamente un giudice avrebbe dato loro ragione, e chi si è astenuto dal ricorso, risulta cornuto e mazziato.

Se analizziamo la sentenza, su cui è stato fatto ricorso, che dice in parole povere, che si continua con il concorso per questi 7500 insegnanti che sono stati riammessi, ma con riserva, e cosi mi domando chi ci perde?

Semplice, gli stessi insegnanti, se non sono riusciti a passare il primo test, cosa otterranno con il secondo e il terzo? Io dico di no, perche è già tutto stabilito e deciso, con buona pace per tutti.

Una cosa è certa, chi ci guadagna in assoluto è il Ministero della pubblica Istruzione, sapete perché, per aderire al ricorso occorreva presentare domanda, allegando la modica somma di 120,00€ che moltiplicati per 7500 o più ricorrenti fanno una bella somma, che lo stato introita.

E allora ripongo la domanda, chi ci perde e chi ci guadagna? Ha voi la risposta.

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi quello che vuoi, nel modo più decente possibile, dimmi cosa ne pensi e possibilmente dammi ragione.