domenica 14 ottobre 2012

L'ITALIA SE DESTA













ANCHE LA LEGA A UN CERVELLO
 
 

Sì! Se Dio vuole, una volta tanto, siamo in fondo al tunnel. La Lega ha ragionato con il cervello e non con il deretano; non deve pensare a salvare il regno del Veneto e il regno del Piemonte con un ricatto ordito dai morti che camminano (il PDL con tutta la banda bassotti), ma deve pensare a recuperare i voti persi, per colpa di Ladri Padani e non, mostrando la vera faccia pulita dei tempi che furono.

Ancora una volta la vergogna non è una parola che sta nel vocabolario del megalomane faccendiere Formigoni che, di fatto, rappresenta solo se stesso, i briganti che lo circondano e le Mafie.




Intanto il popolo sovrano sicuramente non confermerà Faccendieri, Escort, Intrallazzatori e l’Onnipotente C.L., capitanata dal bacia pile Formigoni; non concederà pensioni varie al Bossi di turno o alla Minetti di turno; non alienerà il Cattaneo di turno con stipendi da fame. Il popolo auspica che tutti i Benefit e le Auto Blu spariscano in ossequio alla spending review e che i denari risparmiati si utilizzino per la scuola, la sanità e i disabili.


A Monti dico solo che si deve essere più coraggiosi e lungimiranti. Noi approviamo le riforme fatte, ma manca ancora la tobin tax, la tassazione sui patrimoni con la quale si può e si deve abbassare l’IVA di un punto; lasciare l’IMU alla chiesa e con il ricavato abbassare l’ IVA al 4% per le associazioni che si occupano di assistenza ai disabili e agli anziani. La giustizia non è a senso unico! Alcuni parlamentari, se non tutti, percepiscono oltre all’indennità di stipendio anche l’indennità di doppio o triplo incarico. Allora mi domando: ma se fare il deputato a tempo pieno li impegna cosi tanto, come fanno a svolgere altre attività e pretendere di essere retribuiti anche per altri incarichi? Mistero dell’Italia.

Comunque caro Monti se farai queste riforme, solo allora potremo dire di essere in fondo al tunnel. Che dio la illumini e le dia la forza di fare le riforme che anche lei non vuole fare, per non disturbare la sua categoria di privilegiati.

 
Massimo D’Agostin



Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi quello che vuoi, nel modo più decente possibile, dimmi cosa ne pensi e possibilmente dammi ragione.