martedì 9 ottobre 2012

I NOSTRI SOLDI









 

 
 
 
 
 
 
 
 
Egregio Direttore

 
Ogni giorno, si legge sui quotidiani, sempre la solita notizia, ladri d’Italia unitevi, Fiorito e company prolificano e si moltiplicano, il malcostume a raggiunto or'mai tutti gli strati sociali, degenerando nelle più svariate forme di autofinanziamento, se cosi desideriamo chiamarlo.

Il sottoscritto, per aggiungere carne al fuoco, sottopone a lei e a tutti i lettori, un quesito; se in Italia manca un controllo serio, su chi spende, quanto spende e per cosa, è il caso di intervenire drasticamente, ed in modo deciso per risolvere questo dilemma ?

E per quanto riguarda il denaro, che con l’addizionale sulla benzina è da destinare ai terremotati? E il denaro raccolto con le varie sottoscrizioni, attraverso SMS, Conti Correnti e donazioni varie, che fine hanno fatto?

Non sarebbe logico, che qualcuno ci erudisse in merito, quanto si è raccolto, quanto è stato utilizzato fino ad ora? Su quali conti sono finiti i soldi, (spero non sul conto del Fiorito di turno, o della solita banca) quello che è certo e trasparente è da associare alle abitazioni donate dal Trentino Alto Adige, o da organizzazioni Onlus varie, per il resto buio profondo.

La sfiducia e la consapevolezza, stanno nella certezza, che bisogna fare questi controlli, prima che spariscano i denari da devolvere a queste popolazioni, un provvedimento che dovrebbe essere automatico, di fatto, a bisogno dell’intervento della stampa e dei cittadini indignati.

Per questo sollecito tutti noi e i giornali, affinché venga accesa questa miccia e non si lasci cadere nel vuoto e nell’oblio della disperazione, chi è stato colpito da questa tragedia, noi possiamo e dobbiamo fare di più, per un Italia migliore.

 

Massimo D’Agostini

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi quello che vuoi, nel modo più decente possibile, dimmi cosa ne pensi e possibilmente dammi ragione.