venerdì 10 febbraio 2012

I MURI DEGLI ALTRI

IL MAESTRO E L'ALLIEVO



Egregio Direttore
Leggo con vividissimo sgomento la lettera del sig. Marco Pinti, segretario Lega Nord di Varese, che con un candore immacolato, un sorriso accattivante, e una intelligenza fuori dal comune, affermare che la politica sui muri è un diritto.
Caro direttore, mi conceda un po’ di confidenza nei suoi confronti, non tutti i direttori di un giornale come la Prealpina, avrebbero dato uno spazio e si tanta  importanza ad affermazioni cosi becere, per non dire ignoranti.
Mi piacerebbe sapere, dove abita questo ragazzo, di cotanta intelligenza, al solo scopo di potergli scrivere la mia risposta sui muri di casa sua, poiché non credo che suo padre approverebbe, anzi magari da leghista dal dito medio alzato, al figlio gli farebbe un mazzo tanto.
Io lo farei solo per rivendicare il suo stesso diritto, ossia quello di esternare il proprio pensiero sui muri della proprietà altrui, dimenticandosi che l’educazione la deve avere chi c’è là, a maggior ragione da chi si fregia di essere un condottiero che discende da A. Da Giussano!! E occupa un posto di responsabilità, dal quale ci si aspetta un minimo di intelligenza.
A lui e ai Leghisti brucia, che un uomo come il Premier Monti prenda decisioni, che loro figli del leader di Roma ladrona non sono riusciti insieme al PDL ha prendere, comunque sul balcone di casa mia ho intenzione di esporre uno striscione con scritto, “muro pulito popolo intelligente” chi ha la passione della politica di qualsiasi colore, lo sa bene.
A lui non voglio negare il piacere di farsi delle seghe mentali, questo si che sarebbe vilipendio nei suoi confronti.
Spero che questa mia, abbia lo stesso spazio, e rilevanza sul nostro giornale, così da poter trasmettere a questo giovane baldanzoso sostenitore dei writers che l’educazione non è una merce che si può scambiare con la Lega Nord.

Massimo Adelino D’Agostini

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi quello che vuoi, nel modo più decente possibile, dimmi cosa ne pensi e possibilmente dammi ragione.