venerdì 13 gennaio 2012

Quando l'egoismo si scontra con la ragione.

Oggi 13 gennaio 2012

"Non siamo lavativi". I lavoratori della Lascor scrivono a Varesenews

La bocciatura dell’accordo sindacale sul ciclo continuo da parte dei lavoratori della Lascor è una vicenda che pone molte molte domande: si puo' parlare di qualità della vita, se si lavora anche ilsabato e la domenica? Quanto vale in termini economici questo sacrificio? 
Cosi scrivono i lavoratori, ed allora mi domando chi sono i lavoratori della Sanita, Polizia, Carabinieri, Pompieri ecc, ecc. che lavorano H24 per 365 giorni annui, degli insani dementi?
e la solidarieta dove sta? accettare questi turni significa avere 400€ di aumenti salariali, la consapevolezza che i precari si trasformino in contratti a tempo indeterminato e magari nuove assunzioni.
Ma per l'egoismo di questi lavoratori tutto rischia di trasformarsi in un fallimento di questa società, a Varese si oppongono al lavoro per gli extra comunitari, ma non è razzismo dicono loro, a Sesto Calende si oppongono al lavoro solo per mero interesse personale e non è perche non hanno voglia di lavorare, ed allora per cosa? se non per egoismo, alla faccia della crisi.
Non si può parlare solo di soldi ed interessi personali in questo frangente, ma di prospettive per tutti, la pancia dei nostri figli reclama giustizia ed i lavoratori della Lascor dovrebbero meditare seriamente sulle scelte da fare e sperare che il cuore e la mente vincano.

Massimo D'Agostini

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi quello che vuoi, nel modo più decente possibile, dimmi cosa ne pensi e possibilmente dammi ragione.